Condividi!

Il telelavoro sarà la chiave per affrontare la crisi economica e sociale

La piattaforma Women of the World chiede che il sistema di telelavoro messo in atto non venga disattivato per aiutare le famiglie ad affrontare la crisi che seguirà alla tragedia del coronavirus.

Madrid 20 aprile 2020

"La tragedia che sta orfanizzando la Spagna sarà seguita da una brutale crisi economica.. Ci vorrà molto impegno e duro lavoro per andare avanti. Non vogliamo che questo lavoro, che è necessario, tolga alle famiglie. Chiediamo alle aziende di non disattivare il sistema di telelavoro che è stato messo in atto e che funziona, e di offrirlo ai lavoratori su base opzionale."

Questa è la petizione che la piattaforma Women of the World rivolgerà al presidente del CEOE, Antonio Garamendi e al presidente di Cepyme, Gerardo Cueva, così come a un buon numero di aziende spagnole, e alla quale invitano tutti i cittadini ad aderire.

Leonor Tamayo, presidente della piattaforma, afferma che il telelavoro è un passo avanti nell'equilibrio tra lavoro e vita privata, una necessità sociale e familiare. Secondo Tamayo, si perdono molte ore nel pendolarismo, soprattutto nelle grandi città, molte famiglie potrebbero vivere in zone più economiche e tranquille se il telelavoro fosse una realtà permanente, generando così un maggiore potere d'acquisto, ci sono molti giorni in cui non c'è scuola ma è un giorno lavorativo ed è necessario poter telelavorare, e molti anziani hanno bisogno di aiuto occasionale durante il giorno o ricevono più spesso le visite dei figli.

Per la piattaforma, le famiglie si stanno rafforzando in questa crisi e i legami tra le generazioni si stanno avvicinando, ecco perché, appello alla responsabilità sociale delle imprese affinché questo rafforzamento non vada perduto. e non tornare a orari di lavoro interminabili, orari assurdi e l'impossibilità di passare il tempo necessario e desiderato a casa e con i figli e i nonni.

La piattaforma richiede l'opzione del telelavoro è offerta a tutti i lavoratori le cui prestazioni lavorative lo permettono, parzialmente o totalmente, con l'intesa che l'osservanza e il rispetto dell'orario di lavoro flessibile saranno richiesti da entrambe le parti: "Con questa campagna vogliamo chiedere ai datori di lavoro e al ministero di sollecitare le aziende a continuare a usare uno strumento che già funziona, quando possibile e quando richiesto dal lavoratore", dice Tamayo.

Ecco il link alla petizione: http://action.womenworldplatform.com/es/actua/httpswwwwomenworldplatformcomesnoticias169el-teletrabajo-si-es-posible


Condividi!
it_ITItaliano