Venerdì scorso, 22 marzo, la nostra rappresentante Miriam Gómez de Agüero, ha partecipato all'incontro HO Famiglia, Vita e Libertà a Jerez de la Frontera (Cadice). È stato un piacere coincidere con altri partecipanti come l'ex giudice e deputato andaluso Francisco Serrano, l'avvocato Antonia Alba e la psicopedagoga Amelia Bueno.

Durante il suo discorso, Miriam ha parlato dell'identità femminile, del valore della maternità e della complementarietà con gli uomini, condannando ogni tipo di violenza domestica e denunciando la discriminazione che le donne subiscono sul posto di lavoro per essere o voler essere madriquello che conosciamo come mobbing materno.

Ha anche avuto l'opportunità di parlare della nostra manifestazione del 10 marzo, "En femenino sí y en masculino también" (Sì alle donne e sì anche agli uomini).come alternativa all'8M e a un femminismo radicale di lotta e confronto con gli uomini. Da Women of the World, riconosciamo le differenze tra uomini e donne e ci rifiutiamo di far credere che un sesso sia migliore o peggiore dell'altro.

Vogliamo poter essere pienamente donne, e poter vivere e godere della nostra femminilità, e vogliamo che gli uomini possano essere pienamente uomini. Per questo, nella riunione, abbiamo difeso che le donne hanno la libertà di decidere dei loro studi, del loro lavoro o del tempo da passare con le loro famiglieDobbiamo affrontare i privilegi e le quote che ci vengono imposti.

Le donne sono state zittite e messe a tacere da un femminismo che non rappresenta tutte le donne. I veri problemi delle donne di oggi non vengono sostenuti. Ecco perché continueremo a lavorare su questo lavoro entusiasmante.

I nostri ringraziamenti a Hazteoír per l'invito e la preparazione dell'evento, e speriamo che possa essere ripetuto.

Condividi!