Manifesto sulla discriminazione e le molestie dovute alla maternità

Manifesto sulla discriminazione e le molestie dovute alla maternità.

In occasione della giornata contro la violenza sulle donne, la Piattaforma Women of the World condanna tutte le forme di violenza, soprattutto quelle prodotte all'interno della casa, luogo privilegiato per il pieno sviluppo personale.

Affermiamo che esiste anche un altro tipo di violenza, una violenza invisibile che però colpisce una grande maggioranza sociale: una violenza contro la maternità.

Considerando che

  • Oggi nei paesi occidentali le donne non sono discriminate per il fatto di essere donne, ma per il fatto di essere, o di voler essere, madri.

  • La maternità - e la famiglia per esempio - è sottovalutata nel mercato del lavoro, dà le spalle alla realtà quotidiana dei lavoratori. Questo porta alla frustrazione personale, alla depressione e a un calo molto grave delle nascite.

-La maternità accresce lo sviluppo delle capacità umane che possono essere considerate come un vantaggio nello sviluppo personale e nel rendimento della carriera professionale, al di là del danno temporaneo che può derivare da un congedo di maternità.

  • Un alto tasso di donne ha subito qualche tipo di molestia o discriminazione sul posto di lavoro a causa della maternità.

  • La dedizione esclusiva alla famiglia è anche una causa di discriminazione contro le donne a causa della maternità, poiché sono condannate alla morte sociale e il loro inestimabile contributo come motore sociale è sistematicamente ignorato.

%%la tua firma%%



Noi chiediamo: 1.- Il riconoscimento legislativo delle molestie materne come figura specifica di discriminazione lavorativa contro le donne a causa della loro maternità 2. Prendendo le misure necessarie per prevenire la discriminazione sul posto di lavoro dovuta alla maternità e favorendo il riconoscimento della famiglia come beneficio sociale, personale e professionale. 3.- La creazione di un registro di persone con dedizione esclusiva alla famiglia che conceda crediti computabili ai fini della pensione e del congedo per malattia/maternità che si tradurrebbe anche in benefici fiscali per le aziende che assumono coloro che ne sono in possesso per favorire il ritorno alla vita lavorativa.
2,936 firme = 59% dell'obiettivo
0
5,000

Condividi questo con i tuoi amici: