Mercoledì 24 aprile abbiamo incontrato la signora Rocío Rodríguez Prieto, direttrice dell'Istituto delle Donne, per presentare le nostre proposte politiche e cercare possibili forme di collaborazione.

È innegabile che ci sono molti punti su cui non siamo d'accordo, e con totale franchezza sia lei che noi lo abbiamo sollevato nella riunione, quindi abbiamo voluto concentrare l'obiettivo della riunione sulla ricerca dei punti comuni, degli obiettivi e dei modi che ci uniscono. Ed era perfettamente possibile.

Tra le questioni sollevate, la questione del mobbing materno, la discriminazione della maternità sul posto di lavoro, la necessità di rendere visibile la dedizione esclusiva alla famiglia e la creazione di un protocollo che includa il consenso informato ad un aborto spontaneo affinché riceva il trattamento adeguato ai resti mortali di un essere umano.

Tutte queste proposte sono state ricevute con reale interesse dalla signora Rocío Rodríguez e siamo convinti che verranno fatti alcuni passi importanti.

La ringraziamo sinceramente per la sua cordialità, il suo tempo e il suo interesse, così come la sua sincerità in quei punti di disaccordo senza false formalità o parole vuote.