Dichiarazione Women of the World

 

Noi, le Donne del Mondo, dichiariamo che:

  1. Le donne e gli uomini hanno bisogno di recuperare e affermare la loro identità e complementarietà nel loro interesse, nell'interesse delle loro famiglie, nell'interesse del mercato del lavoro e nell'interesse della società in generale.
  2. C'è un'identità femminile che si sviluppa in tutte le sue dimensioni nella complementarietà e reciprocità con gli uomini.
  3. Le donne danno un contributo unico alla stabilità della famiglia, della forza lavoro, della società e del bene comune.
  4. Il ruolo della donna nella società deve essere sviluppato in tutti gli aspetti senza discriminazione, violenza o sfruttamento, come parte delle sfide del millennio.
  5. La maternità ha un valore e una dignità unici.
  6. Nei paesi occidentali, le donne oggi sono discriminate a causa della loro maternità.
  7. La maternità è un vantaggio per le donne sul posto di lavoro, e vantaggioso per la società nel suo insieme.
  8. La maternità e la dedizione di una donna alla famiglia non sopprime il suo sviluppo personale o intellettuale; al contrario, consolida la sua personalità e lo sviluppo della sua identità femminile.
  9. Il lavoro non commerciale e la dedizione esclusiva o preventiva alla famiglia è un valore sociale ed economico.
  10. L'autentica emancipazione delle donne comporta la libertà di essere e di vivere come donne.

Pertanto, chiediamo:

  1. Riconoscimento universale e rispetto dell'identità delle donne, della loro dignità e della vera uguaglianza tra uomini e donne nella loro complementarietà e reciprocità.
  2. Politiche internazionali in difesa della libertà delle donne di scegliere la loro dedizione alla famiglia, il che implica una reale conciliazione tra la vita familiare e quella lavorativa.
  3. Il riconoscimento universale nel diritto internazionale del valore del lavoro silenzioso e apparentemente invisibile delle donne all'interno delle loro famiglie e la gestione universale del termine "dedizione esclusiva alla famiglia" come gruppo professionale.
  4. Un quadro internazionale di politiche di protezione per le donne lavoratrici che desiderano avere figli o che si dedicano esclusivamente o parzialmente alla cura e all'attenzione della loro famiglia e l'eliminazione di qualsiasi forma di discriminazione nei loro confronti.
  5. Proibizione universale della maternità surrogata. La maternità surrogata è una violazione della dignità sia della madre surrogata che del bambino. È una nuova forma di sfruttamento delle donne e di traffico di esseri umani, che trasforma il bambino in oggetto di un contratto.