Condividi!

La schiavitù in qualsiasi forma è spregevole, ma è allarmante che il pornografia e il prostituzione generare più vittime e un business illegale in continua crescita che vale miliardi. LLa prostituzione è ed è stata un attacco alle donne da tempo immemorabile.Ma l'ipersessualizzazione, onnipresente nel nostro tempo, alimenta esponenzialmente la domanda di questa pratica oggettivante, e la mafia del traffico è lì per soddisfarla.

Insistiamo, ancora una volta, che l'8M non ha senso se la dignità delle donne non è al centro delle richieste e quindi, oggi più che mai dobbiamo alzare la voce per fermare questi atti di violenza e denigrazione delle donne. Esigiamo dalle nostre autorità un maggiore impegno istituzionale e di bilancio e la cooperazione con le organizzazioni pubbliche e private della società civile per sradicare la schiavitù in tutte le sue forme, non solo con l'applicazione zelante della legge contro la compravendita di persone, ma anche nell'affrontare situazioni di vulnerabilità e ad alto rischio.

Le donne e le ragazze devono smettere di essere viste come oggetti. Finché l'industria della pornografia, la prostituzione (non solo quella illegale) e l'oggettivazione delle donne nei media continueranno, ci sarà sempre un cliente che compra questi "servizi" e si macchia della morte fisica o psicologica di milioni di persone innocenti.

Potete leggere le informazioni complete qui:

https://womenworldplatform.com/wp-content/uploads/2022/03/Trata-de-Mujeres-Informe.pdf


Condividi!